Villa Fiorentino, il programma di eventi per il 2019

È stato presentato questa mattina nella sala consiliare del palazzo municipale di Sorrento il programma degli eventi organizzati per il 2019 dalla Fondazione Sorrento, presieduta da Gianluigi Aponte e guidata dall’amministratore delegato Gaetano Milano, in collaborazione con il Comune di Sorrento del sindaco Giuseppe Cuomo. Un fitto cartellone di appuntamenti, ospitati a Villa Fiorentino, che spazia dalla grande arte alla musica, dall’artigianato alle tradizioni locali, senza dimenticare l’enogastronomia.
Programma che ha preso il via già ai primi di febbraio con la terza edizione della mostra “Sorrento in arte” a cura dell’Associazione Pittori Sorrentini presieduta da Raffaele Iaccarino. La collettiva resterà aperta al pubblico fino al 27 febbraio, con ingresso libero.
Nei giorni 2, 3 e 4 marzo si terrà, invece, la XVI edizione della “Mostra della camelia”, curata come sempre dal Garden Club Penisola Sorrentina presieduto da Anna Acampora. Saranno esposte sia piante provenienti dai giardini della penisola sorrentina che camelie in vaso. Quest’anno nel giardino di Villa Fiorentino sarà messa a dimora una splendi-da camelia rosa chiamata “Antonella”. L’ultimo giorno sarà dedicato ai ragazzi delle scuole. Ingresso libero.
Dal 9 marzo fino al 6 aprile è la volta dell’antologica di pittura di Nico Taminto dal titolo “nel segno dell’uomo.A regola d’arte”. Saranno esposte le opere realizza-te dall’artista in 50 anni di attività. Ingresso libero.
Dal 10 aprile all’1 maggio in mostra le eccellenza artigiane della penisola sorrentina nella manifestazione “Manu Factum”. Gli associati di PenisulArt, guidati da Marcello Aversa, porteranno ognuno un proprio pezzo per rappresentare tutte le sezioni: arte presepiale, liuteria, oreficeria, moda, ceramica, ceroplastica, intarsio, ebanisteria, metalli, arte povera, vetri artistici, fotografia, cucito, pittura, modellismo e sandali. Ingresso libero.
Dal 3 al 6 maggio una tre giorni dedicata a “L’arte della tessitura e del ricamo”, rassegna curata dalla Cooperativa “La Sirena arl” presieduta da Carmela Scala, in collaborazione con l’Associazione “Il Punto Sorrento”. Ingresso libero.
Dall’11 maggio al 9 giugno è in programma la terza edizione del “Syart Festival”, evento organizzato da Leone Cappiello e Rossella Savarese che ha cadenza annuale e per il 2019 vedrà la partecipazione di 40 artisti rappresentanti 11 nazioni.
Si arriva così a quello che sarà l’evento culturale di maggiore interesse in costiera sorrentina nel periodo estivo-autunnale. Dal 15 giugno al 17 ottobre, infatti, la sede della Fondazione Sorrento ospiterà la mostra “Henri Matisse. Il maestro in scena”, che vedrà esposte nelle sale della splendida dimora del nuovo corso Italia, un centinaio di opere che ripercorrono i 35 anni di carriera del grande pittore francese. Attenzione particolare è rivolta all’impronta che l’artista diede al teatro ed alle creazioni ad effetto. L’ingresso è a pagamento.
Nel periodo compreso tra i mesi di maggio ed ottobre, inoltre, Villa Fiorentino ospita una serie di spettacoli. In particolare, è in programma la rassegna “Cantanapoli” che dalla tarda primavera fino all’autunno accompagnerà il pubblico in un viaggio alla scoperta della musica partenopea. A luglio torna l’appuntamento con il “Lemonjazz”. Da agosto a settembre, inoltre, arriva la terza edizione di “Summertime”, contenitore di eventi che spazia dalla musica alla danza, dal cabaret al musical.
Come di consueto l’ultima parte della programmazione sarà dedicata alla festa più magica dell’anno, “Natale in Villa Fiorentino”, con ricche novità tutte da vivere, dal 1 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020.
“Il messaggio che vogliamo lanciare è l’invito, a tutte le realtà che operano sul territorio, a lavorare in sinergia, per promuovere l’immagine culturale e turistica della nostra città – ha spiegato il sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo nel corso della presentazione -. Il programma dalla Fondazione Sorrento, rappresenta un esempio di come le diverse eccellenze possano concorrere nel fare conoscere la nostra cultura nel mondo. Al tempo stesso invito quanti volessero mettersi in gioco, a lanciare le loro proposte: siamo sempre aperti a nuove iniziative”.
“Abbiamo realizzato un programma condiviso con l’amministrazione comunale per la città e per i visitatori – ha aggiunto l’amministratore delegato della Fondazione Sorrento Gaetano Milano -. Siamo riusciti a mettere insieme esperienze diverse in grado, però, di fare rete per la crescita culturale del territorio, con Villa Fiorentino che si conferma attrattore di eventi anche in un’ottica di destagionalizzazione visto che si parte a febbraio per terminare dopo le festività natalizie. Tutte manifestazioni di alto livello, con il momento clou che sarà la mostra estiva dedicata al genio di Henri Matisse. Colgo l’occasione anche per sottolineare la proficua collaborazione con gli istituti scolastici del territorio che ci affiancano nei vari appuntamenti grazie ai progetti di alternanza scuola-lavoro. Infine voglio annunciare l’accordo che abbiamo sotto-scritto con l’associazione Marevivo per realizzare iniziative volte alla tutela dell’ambiente ed alla salvaguardia del territorio e per garantire una migliore qualità della vita, soprattutto alle giovani generazioni”.
“Portiamo la mostra di Henri Matisse a Sorrento proprio nell’anno in cui ricorre il 150° anniversario della nascita del grande artista francese – ha spiegato Gabriele Accornero, ceo di Bridgeconsulting pro e curatore dell’evento -. A Villa Fiorentino esporremo circa 150 opere che ripercorrono l’intero suo percorso artistico con un tema dominante: la teatralità”.
Alla presentazione ha preso parte anche una delegazione di studenti dell’Istituto polispecialistico “San Paolo” guidata dalla dirigente Paola Cuomo. Sempre per l’alternanza scuola-lavoro la Fondazione Sorrento ha stipulato convenzioni con il liceo scientifico “Gaetano Salvemini” della dirigente Patrizia Fiorentino e con il liceo artistico “Francesco Grandi” con la dirigente Daniela Denaro.