A Sorrento un convegno su mafie e legalità

falcone-borsellino“Ventennale dalla strage di Capaci. Cosa resta dei valori e della stagione dell’antimafia” è il titolo del convegno in programma per il 23 maggio, alle ore 17, presso la sala consiliare del Comune di Sorrento.
All’incontro prederanno parte rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni impegnate in prima linea sul versante della legalità e della lotta ai poteri criminali.
Ad aprire i lavori, il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, il consigliere comunale delegato alle Politiche Giovanili, Massimo Coppola e il presidente della commissione comunale sulla Trasparenza, Rosario Fiorentino.
Accogliendo l’appello dell’Associazione Nazionale Magistrati, alle ore 17, 56 minuti e 48 secondi, ora che segnò la strage di Capaci, si terrà un minuto di raccoglimento.
Al convegno, promosso dal Comune di Sorrento in collaborazione con le associazione Antimafia A. Caponnetto, il Forum dei Giovani Sorrento e l’associazione Libera, prederanno parte Elvio Di Cesare, presidente della sezione Lazio dell’associazione antimafia “A. Caponnetto”, Antonio Amato, presidente della Commissione dei Beni Confiscati alla camorra della Regione Campania e presidente della Commissione Ecomafie della Regione Campania, Catello Maresca, sostituto procuratore della Repubblica presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, Antonio Moccia della Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Napoli e Antonio D’Amore, segretario provinciale dell’associazione Libera.
Le conclusioni saranno affidate all’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Sorrento, Maria Teresa De Angelis.

a cura del Servizio Ufficio Stampa Ago Press